domenica 9 ottobre 2011

Torta Alecsandra

Questa torta è un dolce della cucina russa, e ho tenuto da parte la ricetta per lungo tempo, forse perché mi sembrava complesso prepararlo. Non vi capita mai di trovare qualche ricetta che solletica la vostra curiosità, e magari anche la vostra immaginazione, ma poi non si sa per quale motivo, rimandate, rimandate e rimandate ancora prima di provare a realizzarla? Bene a me è successo e la ricetta è rimasta buona buona al suo posto per almeno una decina di anni. Finalmente, circa un anno fa, il blocco si è sbloccato e mi sono buttata nella sperimentazione :) Vi dirò.......la piacevolissima sorpresa provata, assaggiandola, è stata grande: una base croccante e aromatica farcita con marmellata di lamponi e ricoperta da una coltre di panna bianca come la neve....un melange di sapori dosati ad arte, che l'hanno fatta diventare una delle torte più amate in casa mia :)

Torta Alecsandra

Torta Alecsandra

Ingredienti:

250 gr. Farina 00                                    

250 gr. Farina di mandorle                       

250 gr. Burro                                        

200 gr. Zucchero                                  

1 bustina Vanillina                                    

1/2 cucchiaino Chiodi di garofano (macinati)        

1/2 cucchiaino Cannella in polvere                      

1/2 Limone (buccia grattugiata)         

1 Uovo intero                                        

1 pizzico sale                                           

400 gr.Confettura di lamponi                 

2 fogli Colla di pesce                             

250 cc Panna fresca (o anche un po' di più)

50/60 gr. Zucchero al velo                         

4 cucchiai Acquavite di lamponi  (in alternativa una buona grappa)

Lamponi freschi o frutti di bosco (facoltativi)


Preparazione:


1) impastare la farina 00, quella di mandorle, lo zucchero, gli aromi, il burro a pezzetti, l'uovo il sale e la buccia di limone fino ad ottenere una pasta omogenea (molto simile ad una normale pasta frolla). Pesarla (dovrebbe essere circa 1 kg). Dividerla in tre parti uguali, appallottolare i pezzi di pasta e metterli in frigorifero per almeno 1 ora.

2) accendere il forno a 220°.

Stendere la prima parte di pasta in un disco di 26 cm di diametro, lasciando le altre in frigorifero. Disporre la sfoglia in una tortiera con bordo apribile foderata di carta forno (è preferibile all'imburratura). Infornare per 15 minuti nella parte più bassa del forno. La pasta tenderà a scurirsi ai bordi. Non vi allarmate :) passati circa 12 minuti mettetela nel ripiano superiore fino a cottura dei 15 min. Sfornate e trasferite su una grata per dolci a raffreddare. Proseguite così per gli altri due pezzi di pasta.

3) Quando i tre dischi di pasta saranno freddi, mettere il primo su un piatto da portata e spalmarlo con una buona parte di confettura di lamponi. Sovrapponete il secondo e spalmate anche questo con la restante confettura. Coprite con il terzo disco e  io consiglio di metterla a riposare in frigorifero per una notte o per almeno 12 ore.

4) Fate ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda, strizzatela e fatela sciogliere a fuoco bassissimo con l'acquavite di lamponi. Montate la panna con lo zucchero al velo e aggiungete poi la colla di pesce sciolta nell'acquavite. Ricoprite tutta la torta con la panna e decorate con ciuffi di panna e lamponi freschi o, in alternativa, con frutti di bosco.


N.B. consiglio di preparare questa torta almeno un giorno prima...deve riposare e la pasta-biscotto deve ammorbidirsi così da far amalgamare tutti gli aromi e i sapori

Torta Alecsandra


8 commenti:

  1. Ciao Rosa Maria che bel blog complimenti
    baci

    RispondiElimina
  2. Antonella, cara :) grazie.....è ancora piccolo e spero cresca come il tuo. Un bacio

    RispondiElimina
  3. Ciao, Rosa Maria. Anche a me talvolta succede di conservare una ricetta per tanto tempo e poi, improvvisamente, trovare il momento giusto per metterla in pratica. La tua torta è fantastica! E' una buona idea quella di profumare la panna con dell'acquavite aromatica. Complimenti per le belle ricette. A presto

    RispondiElimina
  4. Ciao la belle auberge:) grazie della visita. Prova a farla perchè è veramente buona :)

    RispondiElimina
  5. Gia' la descrizione e' da acquolina in bocca...........

    RispondiElimina
  6. Io l'ho assaggiata ben 2 volte : una volta frutto delle manine di Rosa e una delle mie !!...era meglio la tua, Rosa...BRAVA, bellissimo blog ! Un bacio

    RispondiElimina
  7. Alessandra, carissima :) graziee e speriamo di ripetere presto. Un bacione

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...