lunedì 27 ottobre 2014

Ciambella morbida alle nocciole e cacao

Ciambella morbida alle nocciole e cacao

Anche un dolce può essere importante per il benessere e la cura di una persona. E non necessariamente essere dannoso! Un dolce è spesso  sinonimo di festa, di ricorrenze particolari, di eventi della nostra vita associati ad attimi di allegria, felicità. Rappresenta quasi sempre una gratificazione, il piacere della conclusione di momenti belli.  Perché allora privarsene?  Basta qualche piccola accortezza et voilà, il gioco è fatto. Ovviamente io non sono ancora riuscita ad eliminare lo zucchero dai miei dolci, ma con un po' di allenamento prima o poi ci riuscirò!!! Per l'iniziativa  Colesterolo "cattivo"? No, grazie! promosso dall' Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli e dall' AIFB Associazione Italiana Food Blogger ho preparato questa ciambella utilizzando le nocciole, il latte di riso, e l'olio di semi di mais biologico.  E' una rivisitazione di un dolce che preparo spessissimo, e il risultato devo dire è stato molto apprezzato. L'uso del latte di riso ha reso il dolce estremamente morbido, e l'abbinamento nocciole/cacao particolarmente gustoso.



 In linea con le indicazioni del regolamento del contest, ho scelto di utilizzare:
  • le nocciole, che insieme alle mandorle, sono tra i frutti più ricchi di vitamina E. Contengono inoltre i fitosteroli, sostanze utili per la prevenzione delle malattie cardiache e circolatorie, oltre a grassi buoni in grado di abbassare i livelli di colesterolo LDL (il colesterolo "cattivo"). 
  • il latte di riso, alimento di origine vegetale ricavato dal riso, pertanto privo di grassi e di colesterolo, ottimo per chi è intollerante al lattosio, per la dieta di chi è sovrappeso, per chi ha problemi circolatori e per chi è in convalescenza da un infarto, da l'applicazione di un bypass o di uno stent per il ripristino delle funzioni venose e arteriose. E' utilissimo, inoltre nelle diete ipocaloriche poiché ha un basso impatto calorico, che lo rendono ottimo sia come bevanda che per la preparazione di primi piatti e dolci.  
  • l'olio di mais biologico, ricavato dalla spremitura a freddo del germe di mais, senza il ricorso a solventi chimici, è un alimento ricco di vitamina E e acido linoleico. I fitosteroli vegetali  presenti nell'olio di mais permettono inoltre di controllare il livello di colesterolo nel sangue e quindi di favorire la prevenzione delle malattie cardiovascolari.
Ciambella morbida alle nocciole e cacao

Ciambella morbida alle nocciole e cacao

Ingredienti
300 gr farina 00
300 gr di zucchero
3 uova
vaniglia un cucchiaino
180 cc olio di mais biologico
200 cc latte di riso
100 gr di nocciole tostate +
nocciole tostate per ornare il dolce
4 cucchiai di cacao
2 cucchiai di rum
1 bustina di lievito per dolci
100 gr di cioccolato fondente 70%

Ciambella morbida alle nocciole e cacao

Preparazione
Tritare le nocciole finissime, passare la polvere attraverso un setaccio e tritare di nuovo i residui più grossi. In una capace ciotola mescolate farina, nocciole tritate e zucchero, sgusciatevi dentro le uova, aggiungete un cucchiaino di vaniglia e cominciate ad amalgamare gli ingredienti con un cucchiaio di metallo. Quando gli ingredienti secchi saranno inumiditi dalle uova, cominciare a versare l'olio di mais, mescolando con il cucchiaio. Quando il composto sarà abbastanza omogeneo cominciare ad aggiungere il latte di riso poco alla volta sbattendo il composto come se fosse una pastella da crepes. Una volta aggiunto tutto il latte di riso, continuare a sbattere il composto finché non comincerà a fare delle bolle. A questo punto aggiungete il rum e  mescolate di nuovo. In una tazzina da caffè versate un dito di latte di riso e scioglietevi dentro la bustina di lievito per dolci. Vedrete che comincerà a schiumare, mentre girate con un cucchiaino. Versate il lievito sciolto nel composto preparato e amalgamate bene. Dividetelo in due parti e in una aggiungete il cacao passato attraverso un setaccio mescolando bene. Imburrate e infarinate uno stampo da ciambella  e versate dentro prima una parte di composto bianco, poi una parte di quello scuro, che sarà più spesso. Continuate alternando i colori e terminando con il chiaro. Infornate in forno caldo a 180° per 1 ora, o finché il dolce non sarà completamente cresciuto, dorato e sodo al tatto. Sfornate, lasciate raffreddare per 5 minuti, poi delicatamente sfornate il dolce su una gratella e fatelo raffreddare completamente. Una volta freddo decoratelo con una colata di cioccolato fuso, sciolto a bagnomaria, e nocciole tostate.

Ciambella morbida alle nocciole e cacao

sabato 25 ottobre 2014

Kale Moa......Maururu Nana


P. Gaugin "Due donne tahitiane sulla spiaggia", 1891, Parigi, Musès Orsay

Maururu Nana vuol dire arrivederci e grazie, grazie a Marta per averci ospitato in queste isole da sogno, non potevamo iniziare meglio il nostro viaggio per l'Abbecedario Culinario Mondiale. Come ultimo piatto preparato per le Isole di Samoa ho scelto questa ricetta a base di pollo, alimento molto usato insieme al maiale, ricetta che mi riporta vagamente alla cucina indiana anche se il gusto di questo piatto è solo leggermente speziato e niente affatto piccante, come spesso lo è la cucina indiana. Leggendo qui è possibile preparare questa ricetta utilizzando anche altri abbinamenti di verdure, ma anche di carne. Io ho ripreso fedelmente questa ricetta e devo dire che ho trovato il Kale Moa molto gustoso.

Kale Moa
Pollo al Curry samoano

Kale Moa - pollo al curry

Ingredienti
1/2 cipolla grande affettata sottilmente
2 spicchi d'aglio tritati
1 pezzetto di zenzero fresco mondato e tritato
5 cucchiai d'olio evo
750 gr di pollo in pezzi
1 cucchiaio di curry in polvere (io un po' di più)
250 cc acqua
250 cc di latte di cocco
2 patate medie tagliate in cubi 
1/2 carota grande tagliata in cubi
1/2 costa di sedano tagliata in cubi
3 cucchiai di farina
3 cucchiai d'acqua
sale e pepe a gusto
Riso pilaf per accompagnare

Kale Moa - pollo al curry

Preparazione
Riscaldare l'olio in una grande padella e friggere la cipolla finché sarà trasparente. Aggiungere l'aglio, lo zenzero e il curry e lasciare cuocere qualche minuto per far amalgamare i sapori delle spezie. Aggiungere il pollo, l'acqua e il latte di cocco, portare ad ebollizione, abbassare la fiamma e far cuocere a fuoco lento, coperto per una ventina di minuti, o finché non sarà tenero il pollo. Aggiungere le verdure, riportare a bollore, coprire di nuovo e abbassare la fiamma. Cuocere per altri 20 minuti finché le verdure saranno tenere. Mescolare la farina con l'acqua, e volendo con altro curry, finché sarà ben sciolta, versare il composto nella padella con il pollo e le verdure, alzare la fiamma e cuocere finché il sugo non sia ispessito. Spegnere e servire accompagnando con del riso pilaf.

Kale Moa - pollo al curry

giovedì 23 ottobre 2014

Pollo "Humble" Samoano

Non so se questa ricetta sia samoana samoana, o una rivisitazione, ma mi è piaciuta perché l'ho trovata originale e anche gustosa e fresca. Oddio, adesso non la rifarei visto il freddolino appena arrivato e che già mi ha regalato un bel raffreddore, ma tant'è! e io sono contenta assai di questo cambiamento climatico. Da ripetere magari nella bella stagione, anche se qui a Samoa dalla nostra amica Marta, padrona di casa della prima tappa dell'Abbecedario Culinario Mondiale (ancora non ci credo che siamo ripartiti!) continuiamo ad assaporare il calore e la luce di questa isola meravigliosa. Ho trovato qui e qui i riferimenti di questo piatto, ho mescolato un po' ed ecco la mia versione del pollo Humble samoano

Pollo "Humble" samoano
Pollo "Humble" samoano
Ingredienti
4 petti di pollo
100 gr di prosciutto cotto 
1 bel mango maturo, o una papaya o una pesca nettarina
cocco grattugiato 5 cucchiai da tavola
latte di cocco (io) 150 cc
senape un cucchiaio
curry 2 cucchiaini pieni da tè (io)
foglioline di timo 1 bella manciata
sale,  pepe, olio evo

Pollo "Humble" samoano

Preparazione
Dividere a metà i petti di pollo, batterli con un batticarne in modo da ammorbidirli e assottigliarli un poco, farcirli con una fetta di prosciutto cotto e una fettina di mango, o papaya o pesca. Arrotolare le fettine in modo da formare un piccolo involtino, chiuderle con degli stuzzicadenti e mettere da parte. In una ciotola mescolare il cocco grattugiato, il curry e il timo, rotolare dentro a questo composto ogni spiedino in modo che se ne ricopra. In una grande padella riscaldare 4 cucchiai di olio evo con un cucchiaio di senape. Adagiare gli spiedini di pollo, rosolarli, bagnarli con il latte di cocco, e aggiungere sale e pepe macinato al momento. Far cuocere a fuoco medio finché uno stecchino non entri facilmente negli spiedini (occorreranno circa 20 minuti). Servire caldo accompagnando con insalata e decorando il piatto con fettine di mango (o papaya o pesca).

Pollo "Humble" samoano

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...